Cerca

Roma: tenta rapina benzinaio di fiducia a Tivoli, riconosciuto e arrestato

Cronaca

Roma, 28 giu. - (Adnkronos) - E' stato arrestato ieri mattina dagli agenti del Commissariato di Tivoli R.F., 33enne romano, con l'accusa di tentata rapina aggravata, furto aggravato di autovettura, porto di arnesi atti ad offendere ed evasione. L'uomo, gia' sottoposto al regime degli arresti domiciliari, era uscito di casa intorno alle 9 e, dopo aver rubato l'auto di una studentessa parcheggiata fuori dall'istituto scolastico dove stava sostenendo l'esame di maturita', aveva raggiunto il suo distributore di benzina di fiducia in via Tiburtina per effettuare la premeditata rapina.

Un colpo studiato nei minimi dettagli, dai sopralluoghi, all'auto da utilizzare fino al cambio di vestiti, senza considerare, pero', il rischio di essere riconosciuto dal gestore dell'esercizio. E cosi' e' stato, quando il titolare, reagendo all'uomo con il volto coperto da sciarpa e cappello che lo minacciava con una pistola di consegnargli l'incasso, ha scoperto il cliente abituale della zona. A quel punto R.F., non riuscendo a sparare al benzinaio per l'inceppamento dell'arma, dopo essere stato immobilizzato su un colonnina porta oggetti da due clienti del distributore accorsi in aiuto del gestore, si e' divincolato fugendo a bordo dell'auto rubata.

Gli agenti della Polizia di Tivoli, giunti prontamente sul posto, dopo una breve descrizione dell'uomo, si sono messi sulle tracce dell'evaso che, avendo abbandonato l'auto, si allontanava a piedi nelle isolate campagne della zona con abiti diversi e zaino in spalla. L'uomo e' stato immediatamente bloccato e nella sacca sono stati rinvenuti gli abiti utilizzati per la rapina, una pistola semiautomatica carica a salve ed un coltello a serramanico. Nelle tasche dei pantaloni c'erano, invece, delle chiavi alterate utilizzate per forzare l'auto rubata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog