Cerca

Ambiente: oltre un mln di presenze nei parchi, l'Abruzzo riparte dall'ecoturismo

Cronaca

0

L'Aquila, 9 apr. - (Adnkronos) - La Regione torna a puntare sull'Abruzzo verde, una scommessa che passa dal rilancio delle politiche di tutela e conservazione del territorio e da nuovi investimenti su progetti come 'Abruzzo regione verde d'Europa' o 'Abruzzo regione dei parchi'. D'altra parte, l'Abruzzo puo' contare su un patrimonio ambientale straordinario: con tre parchi nazionali (Pnalm, Parco Gran Sasso Monti della Laga e Parco Maiella Morrone), un parco regionale (Velino-Sirente) e ben 25 tra riserve naturali e oasi e' tra le regioni europee piu' ricche di aree naturali protette.

A quanto emerge dal nono rapporto Ecotur, la fiera e borsa internazionale sul turismo natura, in programma al centro espositivo della Camera di Commercio di Chieti da venerdi' 13 aprile a domenica 15, nel 2010 le presenze turistiche totali in Abruzzo sono state pari a 1.092.230 unita', il 55 per cento delle quali e' stato registrato nel Parco nazionale della Maiella, il 30 per cento nel Pnalm, Parco nazionale di Abruzzo, Lazio e Molise e il restante 15 per cento nel Parco nazionale Gran Sasso e Monti della Laga.

A confermare il nuovo interesse della Regione per l'ecoturismo ci ha pensato l'assessore regionale all'Ambiente, Mauro Di Dalmazio, proprio in occasione della presentazione della fiera: "La capacita' attrattiva dei nostri Parchi - ha detto Di Dalmazio - e' potenzialmente straordinaria. Tuttavia, affinche' questa potenzialita' si esplichi appieno e' necessario non solo che la Regione lavori di concerto con i Parchi su progetti concreti ma, se intendiamo ottenere esiti economici di una qualche rilevanza, dovremo anche ampliare l'offerta di servizi all'interno delle aree protette". (segue)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media