Cerca

Vino: 66% contrario a mettere su etichette avvertenze rischi salute (2)

Economia

0

(Adnkronos) - Il ''warning'' in etichetta e' la questione che tiene acceso il dibattito in Italia dopo la proposta lanciata da Assoutenti di mettere sulle etichette delle bevande alcoliche le avvertenze sui rischi per la salute simili a quelle che si trovano sulle sigarette, dopo che l'Agenzia di Ricerca sul Cancro dell'Organizzazione Mondiale della Sanita', ha inserito l'alcol nel ''Gruppo 1'' delle sostanze cancerogene, mettendolo sullo stesso piano di amianto, arsenico, benzene, tabacco e radiazioni. Sulla questione c'e', dunque, chi fra gli eno-appassionati ha le idee ben chiare e ha motivato la risposta favorevole o contraria in maniera articolata e ben decisa.

Il 66% degli ''enonauti'' che si dice contrario alle avvertenze in etichetta ha giustificato la propria posizione ribadendo che la soluzione non sono gli allarmismi, che potrebbero solo confondere il consumatore, ma la promozione della cultura del bere consapevole: no alla pratica degli eccessi e si' alla prevenzione e alla maggiore informazione. La maggior parte ritiene che il vino sia in primis un alimento e che come tale abusarne causa problemi alla salute, ma tanto quanto tutte le altre vivande che consumiamo, per questo c'e' bisogno di puntare sull'educazione alimentare. (segue)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media