Cerca

Firenze: l'Universita' presenta una risposta narrativa alla malattia

Cronaca

0

Firenze, 11 apr. - (Adnkronos) - Il bisogno di raccontare la propria malattia, il desiderio di condividerla con gli altri, l'intuizione del valore terapeutico della scrittura, una contagiosa voglia di vivere. C'e' tutto questo nel libro di Sasha Perugini ''Con un buco nel cuore'' (Italic, 2011) che verra' presentato venerdi' 13 aprile alle ore 16 all'Universita' di Firenze (Aula piccola Cubo - Viale Pieraccini, 6) per iniziativa del Centro di Medical Humanities dell'Ateneo fiorentino e della Syracuse University. Oltre all'autrice, direttrice della Syracuse University a Firenze, interverranno il preside della Facolta' di Medicina e chirurgia dell'Universita' di Firenze Gian Franco Gensini, il presidente dell'Ordine dei Medici e Odontoiatri della Provincia di Firenze Antonio Panti e il cardiochirurgo Pierluigi Stefano, direttore della Cardiochirurgia dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi.

Saranno presenti il presidente del Corso di laurea magistrale in Scienze infermieristiche ed ostetriche Laura Rasero e lo psicologo Iacopo Lanini (sezione Anestesia e Rianimazione-Universita' di Firenze). L'incontro sara' moderato dalla giornalista Lucia Zambelli. Un buco nel cuore e' la cronaca di un delicato intervento chirurgico cardiologico attraverso le tappe che portano la protagonista dal momento in cui le viene comunicata la necessita' di operarsi fino al suo rientro al lavoro.

Oltre alla vicenda medica, il testo, reduce di numerose presentazioni di successo in tutta Italia, tocca vari temi della quotidianita': la relazione genitori-figli, il rapporto con il proprio corpo, le relazioni con la struttura sanitaria, e - non ultimo - il tema esistenziale dell'ansiosa ricerca di senso nella condizione umana che l'autrice affronta attraverso la scrittura, utilizzando la parola come ''salvagente dell'anima''. Con questo incontro il Centro di Medical Humanities dell'Ateneo fiorentino, diretto da Donatella Lippi, inaugura il ciclo di conferenze ''Malattia, guarigione, adattamento. La Parola al paziente''.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media