Cerca

Imprese: in Lombardia nel 2011 nate 61 mila nuove aziende

Economia

0

Milano, 11 apr. (Adnkronos) - Nel 2011 il saldo fra nascite e cessazioni di imprese in Lombardia e' positivo per 11.530 aziende, in aumento dell'1,21% rispetto all'anno precedente. Lo scorso anno in Lombardia sono nate 61.393 imprese, il numero piu' alto in Italia, pari a quasi il 13% del totale delle nuove aziende nate in tutto il Paese. "La crisi morde e si fa sentire ovunque - commenta il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni - ma in Lombardia si continua a intraprendere e a correre rischi per creare sviluppo come i dati dimostrano molto bene. Questo e' un segnale di fiducia e di vivace cultura imprenditoriale, oltre che un riscontro positivo ai tanti strumenti e alle tante azioni messe in campo da Regione Lombardia fin dai primi momenti di difficolta' dell'economia".

"Proprio la scorsa settimana - prosegue Formigoni - e' stata approvata la legge per la crescita con la quale interveniamo per muovere tutte le leve dello sviluppo con l'introduzione di strumenti di maggior dinamismo e flessibilita' del mercato del lavoro, la possibilita' di concorsi d'istituto per gli insegnanti, nuove forme di valorizzazione del patrimonio degli enti pubblici e la creazione di offerte di attrattivita' per le imprese. Siamo convinti infatti che tutto cio' che fa bene alla Lombardia fa bene all'Italia".

La Lombardia, aggiunge il vice presidente e assessore all'Industria e Artigianato, Andrea Gibelli, "sta affrontando meglio degli altri la crisi economica. Una crisi globale e ancora presente. Questo grazie anche al nostro capitale umano: un dato non economico, ma ugualmente importante. In Lombardia infatti proprio la dedizione al lavoro degli imprenditori, la creativita' e il loro senso di imprenditorialita' fanno si' che si riesca a primeggiare in Europa. Eroi silenziosi che Regione Lombardia continuera' a sostenere come ha sempre fatto, mettendo a loro disposizioni strumenti innovativi. Solo noi infatti siamo stati in grado di siglare accordi straordinari con il Miur e la Banca Europa per gli Investimenti. Il primo ha permesso di istituire con bando per 120 milioni di euro, il secondo addirittura per 500 milioni di euro".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media