Cerca

Unicredit: Audit raccomanda interventi su remunerazione Cib

Finanza

0

Milano, 11 apr. (Adnkronos) - L'Internal Audit di Unicredit , esaminando il sistema di remunerazione di gruppo relativo al 2011, ha individuato "diversi aspetti di debolezza che richiedono l'adozione di appropriati e tempestivi interventi risolutivi", relativamente "agli other material risk takers e other risk takers (senior vice president e dipendenti con ruoli selezionati con una retribuzione annuale variabile superiore a 100mila euro, ndr) sotto la responsabilita' di Hr (Human Resources, Risorse umane, ndr) Cib (Corporate and Investment Banking, ndr)". Lo riporta la relazione sulla "Politica retributiva di gruppo 2012" di Unicredit, depositata ieri in vista dell'assemblea dell'11 maggio e consultata dall'Adnkronos.

"L'audit in particolare - riporta ancora la relazione - ha evidenziato la necessita' di rafforzare il ruolo di Group Hr Compensation, in qualita' di supervisore dell'applicazione del sistema incentivante nell'ambito del gruppo in merito ai bonus di importo significativo e alle retribuzioni non-standard; applicare il Group Gate (un fattore di rischio/sostenibilita' complessivo, correlato ai risultati annuali di profittabilita', solidita' e liquidita' del gruppo UniCredit, ndr) in maniera coerente all'intera popolazione degli 'other material risk takers' (assuntori di rischi rilevanti, ndr) al fine di garantire l'allineamento con gli aspetti di sostenibilita' del sistema di incentivazione di gruppo".

Per i controllori interni di Unicredit occorre inoltre "implementare un processo di valutazione delle performance formalizzato e trasparente all'interno della divisione Cib, al fine di evitare performance premianti non in linea con la strategia della banca. Le raccomandazioni di audit sono state condivise con i competenti owner (responsabili, ndr) del processo, al fine di migliorare le modalita' applicate al processo di remunerazione".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media