Cerca

Montagna: Asiago, soccorsi escursionisti bloccati da neve

Cronaca

0

Vicenza, 11 apr. - (Adnkronos) - Sono stati raggiunti e riaccompagnati a valle i due ragazzi partiti ieri nel tardo pomeriggio per un giro a Cima Portule e costretti a bivaccare in una grotta, dopo essere stati sorpresi da una bufera di neve. I due amici, M.B., di Trebaseleghe (Pd), e N.F., di Romano d'Ezzelino (Vi), entrambi ventunenni, erano stati accompagnati ieri alle 18 fino a Malga Larici, punto di partenza dell'escursione lungo il sentiero 209. La loro intenzione era passare la notte a Casara Trentin e scendere oggi verso Gallio, dove avrebbero trovato una macchina ad attenderli per rientrare.

Ieri pero' il maltempo li ha investiti e la neve, scesa copiosa, li ha bloccati sul tracciato, anche perche' i due giovani non erano attrezzati, ne' vestiti adeguatamente, per affrontare una situazione invernale. Dopo essersi riparati per la notte, in jeans e scarpe da ginnastica, in un piccolo anfratto nella roccia sul versante nord di Cima Portule, nel gruppo di Cima Dodici, parte trentina, questa mattina attorno alle 8 hanno chiesto aiuto al 118, impossibilitati a muoversi.

Una squadra del Soccorso alpino di Asiago, in contatto telefonico con gli escursionisti, intuito dalla loro descrizione il luogo dove potevano trovarsi, li ha individuati e raggiunti a circa 2.100 metri di quota, portando bevande calde, mentre sopraggiungeva una squadra del Soccorso alpino di Borgo Val Sugana. I due ragazzi, che erano incolumi, sono stati riscaldati, imbragati e assicurati. Dopo aver fatto calzare loro i ramponi, le squadre li hanno calati di una ventina di metri in una zona piu' bassa rispetto al punto esposto in cui si trovavano, da dove spostarsi in maggiore sicurezza. Affiancati dai soccorritori lungo tutto il percorso di discesa, sono infine stati riaccompagnati a valle.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media