Cerca

Roma: inchiesta vigili, Procura da' parere negativo su scarcerazione

Cronaca

0

Roma, 11 apr. - (Adnkronos) - Devono restare agli arresti domiciliari, per la Procura della Repubblica di Roma, i vigili urbani Duilio Valente e Giancarlo Vicari nonche' il geometra Francesco Belmonte indagati per concussione e altro nell'inchiesta sulle 'mazzette' che le guardie municipali avrebbero preteso per chiudere un occhio su abusi edilizi. Il parere della Procura firmato dai pm Ilaria Calo' e Laura Condemi e' all'esame del gip Filippo Steidl che ieri aveva interrogato i tre indagati contro i quali il 4 aprile scorso aveva emesso l'ordine di custodia cautelare a domicilio.

L'inchiesta coinvolge altri 3 vigili per i quali la Procura aveva chiesto l'arresto ma il gip non e' stato d'accordo. Sono Antonio De Stefanis, Giampiero Capitani e Spartaco Pierotti. Oggi i primi due sono comparsi davanti ai pm per essere interrogati ma De Stefanis ha preferito non rispondere mentre Capitani ha accettato l'interrogatorio per respingere le accuse. I reati ipotizzati, a seconda della posizione processuale sono la concussione, il tentativo di concussione il falso ideologico, l'omessa denuncia di reato e la sostituzione di persona. A denunciare i fatti che hanno dato origine all'inchiesta sono stati i commercianti Paolo e Silvio Bernabei e gli architetti Alberto Lingria e Stefania Federici.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media