Cerca

Fisco: Pd, Giunta comunale Catania non agisca da ragioniere con Imu

Economia

0

Catania, 11 apr. - (Adnkronos) - ''L'amministrazione non puo' agire in termini ragionieristici proponendo di portare al massimo le aliquote Imu. Noi non ci stiamo''. Lo affermano i consiglieri del Partito democratico al Comune di Catania che in una nota aggiungono come "un Ente pubblico ha il dovere di cercare soluzioni che non mettano in difficolta' le famiglie e i catanesi, che non possono permettersi di pagare cifre troppo elevate. Crediamo che soluzioni alternative all'innalzamento al tetto massimo dell'aliquota Imu si possano trovare".

"Per esempio - aggiungono i consiglieri del Pd - diminuendo i fitti passivi, che oggi ammontano a circa 6 milioni di euro; riducendo l'eccessiva cifra di 26 milioni di euro l'anno prevista per l'Amt a fronte di un servizio carente; riducendo le anticipazioni di cassa per le quali il Comune paga circa 2 milioni di euro l'anno di interessi; portando a reddito le partecipate, come l'azienda del gas''. ''I nostri sono suggerimenti, e naturalmente ci possono essere altre vie - concludono - ma l'amministrazione Stancanelli ha il dovere di individuarle''.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media