Cerca

Pompei: scoppia il caso Biblioteca, ma la Soprintendenza frena/Il punto (3)

Cronaca

0

(Adnkronos) - A distanza di trent'anni quei locali di cemento e amianto "sono ancora la sede della soprintendenza -continua la sindacalista della Uil-. Strutture che dovevano essere momentanee, servire solo per alcuni anni fino a che non si provvedeva a ristrutturare le case demaniali pensate per essere la sede della soprintendenza". Case "inizialmente occupate da persone che erano in affitto, poi mandate via, e in seguito ristrutturate ma non completamente -racconta- e, ad oggi, ancora non utilizzate".

Per quanto riguarda la Biblioteca poi, "i problemi sono anche altri", rileva Rosa Rosa, spiegando che ''si trova infatti nei locali sottostanti a questo prefabbricato con amianto, e sotto il livello stradale. Da quello che sappiamo, non avrebbe l'agibilita' dalla Asl, non per la presenza dell'amianto, ma perche' gli ambienti, essendo sotterranei, non hanno le vie di fuga necessarie".

"Il personale quindi non puo' stare in quei locali, dove e' stato fino a poco tempo fa, da trenta anni a questa parte. Ed e' costretto -aggiunge Rosa Rosa- essendo stato spostato negli uffici del piano superiore, a salire e scendere in continuazione ogni volta che arriva un utente a chiedere un libro o per consultare il catalogo". (segue)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media