Cerca

Diritti tv: caso Mediatrade, giudici Milano stralciano posizione Pace malato grave

Cronaca

0

Milano, 12 apr. - (Adnkronos) - L'ex manager di Mediaset Roberto Pace e' gravemente malato e non e' in grado di stare in giudizio. Per questo i giudici milanesi del processo Mediatrade, dove tra gli imputati ci sono Fedele Confalonieri e Piersilvio Berlusconi, hanno deciso di separare la sua posizione almeno fino al 25 ottobre quando ci sara' una ulteriore verifica. Il collegio della seconda sezione penale del Tribunale di Milano ha deciso sulla base di una perizia effettuata dal professor Mariano Bassi dell'ospedale Niguarda. Il perito in aula ha spiegato che i primi sintomi della malattia c'erano gia' stati a gennaio ma che il "picco" e' arrivato tra il 2011 e il 2012. A giudizio del perito, inoltre, e' impossibile stabilire se quando l'ex manager e' stato interrogato era pienamente attendibile: il deficit del male di cui soffre coinvolge soprattutto la memoria.

A questo punto i giudici decideranno il 3 maggio prossimo (data di rinvio del processo, ndr) se acquisire o meno le dichiarazioni rese dallo stesso Pace nel corso delle indagini.

L'ex manager, imputato di appropriazione iondebita, era stato sentito tre volte dai magistrati milanesi e in dibattimneto nell'ambito del processo Mediaset a maggio del 2008. In quella occasione l'ex manager aveva sostanzialmente confermato la tesi dell'accusa sui presunti fondi neri e sul ruolo di falso intermediario dell'uomo di affari Frank Agrama. Pace aveva riferito che Piersilvio Berlusconi lo invito' "a fare pulizia" e a evitare che si passasse ancora da Agrama nella compravendita dei dei diritti tv.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media