Cerca

Fisco: Regione Calabria, al lavoro per sollecitare zone a burocrazia zero

Economia

0

Catanzaro, 12 apr. - (Adnkronos) - La Regione sta lavorando per sollecitare, anche in Calabria, l'istituzione delle zone a burocrazia zero, cosi' come previste dalla legge del 12 novembre 2011. La norma renderebbe possibile alle imprese godere di una notevole semplificazione amministrativa fino a tutto il 2013, con un particolare vantaggio per le zone franche urbane individuate dalla delibera Cipe n. 14 del 2008, che per la Calabria corrispondono a porzioni di territorio, non superiore ai 30 mila abitanti, nei Comuni di Crotone, Lamezia terme e Rossano.

Questi comuni, ricorda una nota della giunta regionale, potrebbero godere delle risorse messe a disposizione per le zone franche, con l'obbligo di spesa entro il 2013. Le risorse potenzialmente disponibili per la Calabria superano complessivamente i 14,4 milioni di euro, di cui 4,8 milioni di euro per Crotone, oltre 4,7 milioni per Lamezia Terme e piu' di 3,8 milioni per Rossano. Risorse che potranno essere utilizzate dal sindaco territorialmente competente per la concessione di contributi diretti a nuove iniziative produttive che saranno avviate nelle zone a burocrazia zero a far data dal 1 gennaio 2012.

''E' intenzione del presidente Scopelliti -si legge nella nota- lavorare in seguito per realizzare zone a burocrazia zero, non solo nelle zone franche, ma in tutti i comuni interessati, tra cui quelle inizialmente escluse nel 2010 come Vibo Valentia, Cosenza, Corigliano, Reggio Calabria, che avevano ottenuto un punteggio inferiore alle prime tre, ma comunque superiore a 10 punti''. (segue)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media