Cerca

Lega: primi attriti tra Procure su conti bancari del Carroccio

Cronaca

0

Milano, 12 apr. (Adnkronos) - Primi 'attriti' tra i magistrati milanesi e quelli napoletani e di Reggio Calabria che indagano sull'ex tesoriere della Lega, Francesco Belsito. Al centro dei malumori ci sono i conti bancari della Lega. Alle 'immagini' degli inquirenti delle tre procure che perquisiscono e interrogano insieme i testi in comune registrate solo la scorsa settimana, si sovrappongono oggi i malumori per la lettura dell'articolo di un quotidiano sui conti bancari del Carroccio con annessi molti dettagli. Lettura che deve essere stata 'indigesta' agli inquirenti milanesi che subito, questa mattina, hanno inviato i militari della Guardia di Finanza alla Banca Aletti a Genova e in almeno altri 4 istituti di credito ad acquisire carte. Con 'buona pace' del coordinamento tra procure.

Ma i disappunti, in procura a Milano, erano emersi gia' ieri per il deposito effettuato dai magistrati di Napoli di una gran mole di materiale in vista dell'udienza del Riesame: una fitta documentazione ritenuta probabilmente spropositata per supportare dei sequestri di carte e che, per di piu', ha segnato una discovery di documentazione giudicata 'eccessiva' che, subito dopo il deposito, e' finita nelle redazioni. E a Milano non nascondono disappunto. Addirittura c'e' chi parla di rischio di danni alle indagini.

Ma i malumori in questa indagine sono inziati gia' da tempo. Sempre a Milano gli inquirenti criticano il fatto di aver ricevuto atti per competenza solo alla vigilia delle perquisizioni disposte in via Bellerio. Nulla di strano, quindi, che non piu' tardi di due giorni fa il procuratore capo di Milano Edmondo Bruti Liberati abbia dichiarato che non e' in programma nessun vertice con Napoli e Reggio Calabria, e che ciascuno seguira' la 'sua strada'.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media