Cerca

Campania: Confcommercio, no a provvedimenti improvvisati per turismo balneare

Cronaca

0

Napoli, 12 apr. - (Adnkronos) - "Il Turismo Balneare rappresenta l'80 per cento del nostro movimento turistico, e' un settore che dobbiamo preservare e far sviluppare ulteriormente sotto il profilo qualitativo. Non servono dunque provvedimenti improvvisati, bensi' una programmazione mirata al miglioramento delle aziende balneari e dei servizi offerti al pubblico. In ogni caso, e' fondamentale la concertazione con le categorie imprenditoriali per evitare di realizzare norme controproducenti, sia pure con le migliori intenzioni". La afferma Pietro Russo, presidente Confcommercio provinciale di Napoli, commentando il rinvio del voto da parte del consiglio regionale della Campania sul disegno di legge che, se approvato, imporrebbe agli stabilimenti balneari l'ingresso gratuito per i minori di 12 anni.

"Questa proposta di legge - commenta Salvatore Trinchillo, Presidente Fipe provinciale - e' una risposta sbagliata ad un'esigenza reale. Cosi' com'e' formulata,essa appare incostituzionale ed in contrasto con i principi giuridici fondamentali in materia di liberta' di impresa; inoltre, essendo un provvedimento 'erga omnes', non tutela certamente le fasce sociali meno abbienti e non aiuta a centrare l'obiettivo, da tutti condiviso, di uno sviluppo razionale ed ordinato del Turismo Balneare".

"Ferma restando la nostra forte contrarieta' a tale provvedimento cosi' come e' attualmente formulato - aggiunge - ribadiamo la nostra disponibilita' a concordare da subito intese ed iniziative volte ad agevolare le fasce deboli e le famiglie".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media