Cerca

Taranto: Pd, parlamento discuta legge su navi 'mangiapetrolio'

Cronaca

0

Roma, 12 apr. - (Adnkronos) - "L'incidente avvenuto nel porto di Taranto con il relativo sversamento di carburante da un mercantile mette a rischio nuovamente, dopo il recente naufragio della Costa Concordia al Giglio, l'ambiente marino. Non c'e' altro tempo da perdere e occorre dotare al piu' presto il Paese di una flotta di navi cosiddette 'mangiapetrolio' che, alle dipendenze operative dei ministeri dell'Ambiente e delle Infrastrutture e Trasporti, possono intervenire in poche ore per riparare i danni da eventuali incidenti in mare con sversamento di idrocarburi". Lo dice il deputato e capogruppo del Pd in commissione Trasporti alla Camera, Michele Meta.

Meta sollecita "l'approvazione di una nostra legge per la costruzione di navi speciali, ferma in Parlamento da un anno e mezzo a causa della Ragioneria di Stato che solleva alcuni dubbi, ampiamente superati anche dalla condivisione con le altre forze politiche, sulla copertura di spesa".

"Il delicato sistema marino che circonda le nostre coste richiede il massimo dello sforzo - aggiunge Meta - da parte delle istituzioni per evitare che venga compromesso un ecosistema unico al mondo. All'indomani della tragedia del Golfo del Messico avevo presentato una proposta di legge alla Camera - ricorda Meta - che prevede la costruzione di alcune navi 'mangiapetrolio', di cui Fincantieri possiede un brevetto, in grado di intervenire tempestivamente per evitare danni permanenti ai nostri mari in seguito ad incidenti come quello di oggi a Taranto. Ci auguriamo che il Governo voglia sostenere la nostra iniziativa legislativa che - conclude Meta - aspetta solo di essere approvata per dotare il Paese di strumenti ulteriori per la sicurezza dei nostri mari".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media