Cerca

Lega: Rizzi, serve pulizia non fatwa, nessuno ha chiesto mie dimissioni

Politica

0

Milano, 12 apr. (Adnkronos) - L'assessore del Carroccio Monica Rizzi torna a difendersi. "Non ho mai dichiarato che se dovesse arrivare Maroni, persona che tra l'altro ho apprezzato molte volte ufficialmente per il suo lavoro da ministro, come segretario federale o chiunque altro al posto di Umberto Bossi la Lega finirebbe in 6 mesi", ma "ho dichiarato che per me Bossi e' la Lega e la Lega e' Bossi, e sono convinta che senza di lui il nostro movimento morirebbe in 6 mesi".

Inoltre, "devo ringraziare quanti mi hanno espresso la loro soddisfazione per aver appreso che il pm di Brescia che seguiva le inchieste infamanti dell'anno scorso nei miei confronti, ha comunicato la chiusura delle stesse al mio avvocato. Denunce fondate sul nulla solo per infangare la mia persona e la Lega. Non vorrei che proprio chi parla tanto a sproposito in questi giorni sia coinvolto magari proprio nella costruzione delle citate ex indagini, ma sara' la magistratura a verificarlo vista la controdenuncia dettagliata che mi sto apprestando a depositare".

Per l'assessore "la pulizia serve ma che non sia una caccia alle streghe o una fatwa. Nessuno ha mai chiesto le mie dimissioni e ribadisco per l'ennesima volta che le stesse sono gia' in mano al capo dal 2005 cioe' da quando sono stata eletta in consiglio regionale. Mi pare che nell'inchiesta legata a Belsito stiano uscendo altri nomi legati a cifre e fatti che dovranno essere giustificati. Non si cercano -conclude- le dimissioni di una persona solo perche' e' legata e fedele a Umberto Bossi. La Lega non si comporta cosi'".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media