Cerca

Mafia: Lombardo, il mio caso diverso da quello di Mannino

Cronaca

0

Palermo, 12 apr. - (Adnkronos) - "Io non ho incontrato nessuno di notte, non ho pattuito nulla, non ho fatto favori e non ho avuto niente in cambio. Nel mio caso non e' che il fatto non costituisce reato, come si legge nella sentenza Mannino, ma il fatto proprio non sussiste". Lo ha detto il Presidente della Regione siciliana Raffaele Lombardo parlando della sua vicenda giudiziaria che lo vede imputato per concorso esterno in associazione mafiosa a Catania.

"Mentre per Mannino la questione si poneva in modo diverso e cioe' il fatto non era configurato come reato, nel mio caso non c'e' e basta", aggiunge Lombardo che oggi ha scritto una lettera aperta a Repubblica per rispondere al docente di diritto Giovanni Fiandaca.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media