Cerca

Rifiuti: Legambiente Lazio, subito tavolo allargato su gestione

Cronaca

0

Roma, 12 apr. - (Adnkronos) - "Se Malagrotta dovra' rimanere ancora aperta, la responsabilita' e' soprattutto del lavoro fatto male per identificare i siti, viziato sin dall'inizio, prodotto in sostanza a partire da aree segnalate da vari progetti di imprese. Il siting va rifatto. Normalmente un soggetto terzo tecnico che incrocia su mappa le aree nel Comune rispetto ai vincoli di tutte le nature, cioe' idrogeologici e ambientali, archeologici, paesistici, criteri escludenti e criteri preferenziali, arriva a un primo elenco, sulla base del quale si effettuano i sopralluoghi e si verifica con le istituzioni locali e le parti sociali la reale praticabilita' delle cose". Lo ha dichiarato Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio.

"Se fin dall'inizio - ha aggiunto Parlati - fosse stata messa in atto questa normale modalita' i vari Monti dell'Ortaccio, Corcolle, Riano, Fiumicino sarebbero stati esclusi, evitando il disastro al quale abbiamo assistito".

"Legambiente chiede - ha concluso - che venga conclusa con un tavolo allargato alle associazioni e ai comitati, la discussione sulla gestione dei rifiuti a Roma, adeguando gli obiettivi della differenziata al 65% previsto per legge e gi praticato con successo in 1.290 comuni ricicloni italiani".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media