Cerca

Veronafiere: 500 espositori al Metef-Foudeq dal 18 aprile (3)

Economia

0

(Adnkronos) - Internazionalizzazione che risulta fondamentale per un comparto metallurgico come quello italiano, leader nel mondo grazie all'export di macchinari e componenti che trovano applicazione nella meccanica, nell'edilizia e nell'arredamento, fino ad arrivare alle nanotecnologie e all'ingegneria aerospaziale. In questo il prodotto made in Italy e' ai vertici. Lo confermano i dati Amafond, secondo cui il settore relativo alla pressocolata (alluminio, zinco e magnesio) ha chiuso il 2011 facendo segnare un piu' 38 per cento sul 2010, mentre quello relativo agli impianti legati alla fonderia (alluminio, ghisa, rame e ottone) e' cresciuto del 29 per cento. Mercati di riferimento per le aziende italiane restano la Germania e i paesi BRICS.

A Metef-Foundeq si affianca da quest'anno il salone Metalriciclo-Recomat. In entrambe le manifestazioni, infatti, risulta protagonista l'alluminio il cui riciclo in Italia, negli ultimi dieci anni, ha superato la produzione di metallo primario, con il recupero di oltre 40.000 tonnellate solamente dagli imballaggi, per una quota pari al 60 per cento. ''A Verona per la prima volta siamo riusciti ad affiancare le due rassegne - spiega Zanolini - per creare nuove sinergie e completare la filiera del comparto''.(segue)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media