Cerca

Cinema: Festival di Roma puo' partire, ripianati conti si va a firma con Mueller/il Punto

Spettacolo

0

Roma, 12 apr. - (Adnkronos) - Sembra aver finalmente trovato un lieto fine quella che rischiava di essere una 'NeverEnding Story', tanto per restare in tema cinematografico: i quattro soci fondatori della Fondazione Cinema per Roma, 'casa madre' dell'omonimo festival, ovvero Regione Lazio, Roma Capitale, Provincia di Roma e Camera di Commercio di Roma, si sono impegnati a ripianare il debito della Fondazione con una quota pro capite pari a circa 550mila euro. Inoltre la Regione Lazio si e' impegnata a versare immediatamente alla Fondazione le due annualita' pregresse che le erano dovute, pari a 2 milioni e 250mila euro. Quanto basta per far partire la prossima edizione del Festival, funestata prima dal contrastato cambio di direzione artistica, poi dall'emersione di un 'Profondo Rosso' nei conti.

Il presidente della Fondazione, Paolo Ferrari, prende atto della volonta' dei soci e sottolinea, all'Adnkronos, di voler metere in moto in tempi brevi, anzi brevissimi la macchina organizzativa del Festival: "Ora provvederemo il piu' presto possibile alla formalizzazione dei contratti con il nuovo direttore artistico del Festival, Marco Mueller, e del nuovo direttore generale della Fondazione, Lamberto Mancini. Vorrei incontrarli fra domani e sabato". Nodi ancora da sciogliere? "Nella discussione possono saltare fuori piccoli nodi ma saranno sicuramente sciolti, entro la prossima settimana la macchina organizzativa deve essere in grado di partire".

Lo scioglimento della vicenda, raggiunto oggi, era atteso con una certa impazienza, secondo chi lo conosce bene, anche da Marco Mueller, direttore artistico designato ma ancora in attesa di contratto e, soprattutto, del 'via libera' definitivo per mettere concretamente mano alla prossima edizione del Festival. (segue)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media