Cerca

Giglio: familiari vittime stragi Viareggio e Moby Prince sull'isola

Cronaca

0

Isola del Giglio (Grosseto), 13 apr. - (Adnkronos) - "Vigilate e pretendete la verita' e la giustizia sul naufragio della Costa Concordia. I famigliari delle vittime della concordia devono sapere che non saranno mai soli e, quando lo vorranno, noi ci saremo, per aiutarli in u npercorso difficile qual e' sempre l'accertamento della verita' e il bisogno di giustizia". I familiari delle vittime della strage di Viareggio e del disastro del Moby Prince sono giunti questa mattina all'Isola del Giglio per il vertice europeo sulla sicurezza in mare organizzato dalla Regione Toscana e dalla Conferenza delle Regioni europee periferiche e marittime. Il seminario internazionale si svolge a 90 giorni dal naufragio della Costa Concordia.

"Siamo venuti per portare la nostra totale solidarieta' ai famigliari delle vittime della Costa Concordia. Siamo accanto a loro e gli diciamo che non saranno mai soli", ha affermato Daniela Rombi, presidente dell'associazione 'Il mondo che vorrei', nato a Viareggio dopo la strage ferroviaria del 29 giugno 2009. "Quando i famigliari delle vittime della Costa Concordia lo vorranno, noi saremo al loro fianco per aiutarli in un percorso difficile quale sempre l'accertamento della verita' e il bisogno di giustizia", ha aggiunto Rombi. "L'unico consiglio che ci sentiamo di dare e' quello di vigilare sempre, -ha proseguito Daniela Rombi- di seguire ogni passo delle indagini, del processo. E' necessario vigilare costantemente perche' la verita' emerga e giustizia venga fatta".

Ha preso la parola anche Loris Rispoli, portavoce del comitato dei famigliari delle vittime del disastro marittimo del Moby Prince del 10 aprile 1991, dove morirono 140 persone.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media