Cerca

Pdl: scoppia caso Modena, Bertolini non va a Congresso e ritira sua lista

Politica

0

Roma, 13 apr. (Adnkronos) - Scoppia il caso di Modena nel Pdl. Isabella Bertolini, vicepresidente del gruppo alla Camera e coordinatore provinciale uscente del partito, punta i piedi e annuncia che ritirera' la sua lista dal Congresso provinciale in programma domani a Modena.''Questo partito cosi' non regge, doveva essere una casa di vetro -si sfoga Bertolini- e, invece, il Congresso di domani si e' ridotto a una conta di tessere senza un confronto democratico. Io di certo non andro' alle assise e ritiro la mia lista 'La Forza della liberta'''.

''Continuo a restare nel Pdl -assicura- ma e' un dato di fatto che, con il mio passo indietro, da domani si scontreranno due candidati che provengono entrambi da An. Non ci sara' nessuno a rappresentare la componente di Forza Italia e questo dovra' far riflettere lo stato maggiore di via dell'Umilta'''. Dopo la retromarcia della Bertolini, in campo restano le candidature degli ex aennini, Enrico Aimi (attuale vicepresidente del Consiglio regionale del Pdl in Emilia Romagna) e Michele Barcaiuolo (responsabile regionale della Giovine Italia).

Da quando Bertolini ha sollevato il caso delle sospette infiltrazioni mafiose nella campagna di tesseramento 2011, sfidando apertamente Carlo Giovanardi, le tensioni non sono mai finite nel modenese. Lo scontro tra l'esponente azzurra e l'ex sottosegretario del Berlusconi quater ha portato alla sospensione del Congresso e all'invio di Denis Verdini come commissario da Roma. Bertolini assicura che non lascera' il partito, ma qualcosa fara': intanto ha registato dal notaio i nomi 'Forza Modena' e 'Forza Emilia-Romagna' e gia' qualcuno scommette su un suo nuovo soggetto politico in vista delle elezioni del 2013.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media