Cerca

Giglio: i cantieri per la rimozione della Concordia saranno allestiti in mare

Cronaca

0

Isola del Giglio (Grosseto), 13 apr. (Adnkronos) - I cantieri per la rimozione della Costa Concordia saranno installati in mare. Probabilmente gia' prima della fine di maggio lo specchio di mare vicino al Porto dove si e' verificato il naufragio lo scorso 13 gennaio si popolera' di chiatte abitabili, dove lavoreranno circa 80-100 operai che saranno impegnati per un anno all'intervento per raddrizzare la nave lunga circa 300 metri.

Secondo quanto si e' appreso, sono due i consorzi rimasti in gara per la rimozione della Costa Concordia: quello formato dall'olandese Smit e dalla livornese Neri, che ha gia' prelevato i carburanti dalla nave e che si sta occupando anche della raccolta dei rifiuti sui fondali, e quello composto dall'americana Titan e dalla ravennate Micoperi. Le imprese che hanno partecipato alla gara di appalto alla rimozione erano 6 e l'operazione di recupero della Costa Concorda vale circa 200 mln di euro.

I due progetti rimasti in corsa sono allo studio dell'advisor Loc di Londra e la decisione sul vincitore dovrebbe essere formalizzata tra 8-10 giorni. Entro la fine del mese di aprile sara' firmato il pre-contratto con il consorzio vincitore, dopo di che nel giro di una decina di giorni, alla meta' di maggio, potra' prendere avvio la cantierizzazione della rimozione della nave. La rimozione della nave, secondo gli esperti, potrebbe durare meno di un anno, forse 9 mesi.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media