Cerca

Puglia: Bersani, accuse a Vendola non giustificano richiesta di dimissioni

Politica

0

Lucca, 13 apr. (Adnkronos) - "Io dico che un'indagine per concorso in abuso d'ufficio per la nomina di un primario, secondo me non giustificherebbe una richiesta di dimissioni". Lo ha detto il segretario del Pd Pier Luigi Bersani, rispondendo ai giornalisti che gli chiedevano un commento sulla vicenda degli avvisi di garanzia al presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola.

"Giustifica il fatto -ha aggiunto Bersani- che la giustizia ha fatto il suo corso tranquillamente e si vede se ci sono delle responsabilita', perche' fare l'amministratore e' un mestiere molto complicato, e chi fa molte cose finisce per correre qualche rischio. Attenzione, moralita', serieta', grande rispetto per la magistratura ma non mettiamo tutto nel mucchio".

Bersani ha ricordato che Vendola "e' indagato per concorso in abuso d'ufficio. Io conosco Vendola -ha sottolineato il segretario del Pd- e francamente ho visto la sua reazione, le sue risposte, mi paiono risposte serie. Noi abbiamo un nostro codice, il Pd ha una sua regola: di fronte ad accuse gravi in un'inchiesta, bisogna fare un passo indietro, ma non si possono lasciare le decisioni della politica e dell'amministrazione solo al giusto, legittimo intervento della giustizia".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media