Cerca

Cultura: Italia Nostra, commissione d'inchiesta per Biblioteca Gerolamini di Napoli

Cultura

0

Roma, 13 apr. (Adnkronos) - ''Come e' possibile che la direzione dei Girolamini sia stata affidata dai padri filippini, con l'avallo del Ministero che ne e' ultimo responsabile, a un uomo che non ha i benche' minimi titoli scientifici e la benche' minima competenza professionale per onorare quel ruolo''. La domanda la pone Italia Nostra in una petizione inviata al ministero dei Beni culturali, Lorenzo Ornaghi, in merito alla Biblioteca Nazionale dei Girolamini a Napoli, ''una delle biblioteche storiche piu' gloriose d'Italia'', e firmata da circa 500 firmatari, tra i quali Cesare de Seta, Salvatore Settis, Giuliano Amato, Dario Fo e Franca Rame, Dacia Maraini, Stefano Rodota'.

I firmatari chiedono inoltre, al ministro ''nel riconsiderare con molta attenzione la scelta di Marino Massimo De Caro come direttore dei Gerolamini (nonche' come Suo consigliere personale), di voler creare una commissione pubblica d'inchiesta sull'amministrazione passata e recente di questa biblioteca, prima che la memoria storica dei Gerolamini rimanga affidata soltanto a una maestosa architettura ferita e umiliata, tragicamente solitaria nel cuore di una rete mondiale di traffici rapaci''.La petizione puo' essere firmata da chiunque aprendo la pagina web: http://www.petizionepubblica.it/?pi=Gerolami.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media