Cerca

Carceri: garante del Lazio scrive ai ministri della Giustizia e degli Esteri

Cronaca

0

Roma, 13 apr. - (Adnkronos) - Regolamentare le procedure che prevedono, per i cittadini italiani detenuti all'estero, la possibilita' di scontare la pena in un carcere italiano. E' quanto chiede il Garante dei detenuti del Lazio Angiolo Marroni ai ministri della Giustizia Paola Severino e degli Esteri Giulio Terzi di Sant'Agata. In base alla Convenzione di Strasburgo del 1983 (ratificata dall'Italia nel 1989) i cittadini condannati all'estero possono scontare la pena nel loro Paese di origine.

"Una eventualita' che capita di frequente - ha detto Marroni - Molto spesso, pero', accade che, una volta giunti in Italia, queste persone abbiano la necessita' di documentare la regolare condotta tenuta nelle carceri straniere al fine, ad esempio, di presentare istanze alla Magistratura di Sorveglianza. In questi casi l'Autorita' Giudiziaria italiana deve chiedere informazioni sulla condotta penitenziaria del soggetto alle autorita' penitenziarie dei Paesi dove e' stato condannato. Cio' comporta un allungamento a dismisura dei tempi per evadere ogni tipo di istanza presentata". (segue)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media