Cerca

Trento: abuso di permessi, la madre lo denuncia e lo fa licenziare

Cronaca

0

Trento, 13 apr. - (Adnkronos) - Un cinquantenne trentino, dipendente di una societa' a partecipazione pubblica, e' stato denunciato per truffa e maltrattamenti dalla madre, che gli ha anche fatto perdere il lavoro denunciandolo all'azienda presso la quale era impiegato per aver abusato dei permessi chiesti per accudire il padre che e' invalido all'80%. L'azienda, dopo aver ricevuto la lettera, ha licenziato in tronco il dipendente per giusta causa a inizio dicembre, adducendo come motivazione la rottura del rapporto di fiducia. Il lavoratore ha impugnato il licenziamento e a fine dicembre ha ottenuto il reintegro. L'azienda, pero', ha presentato reclamo. Il giudice ha accolto il reclamo e il lavoratore e' a casa licenziato. Nel frattempo, il padre gli ha anche revocato la donazione della casa in cui viveva. Cosi' l'uomo adesso si ritrova senza casa e senza lavoro.

La storia, raccontata dal quotidiano 'Trentino', ha inizio a maggio dello scorso anno, quando l'uomo chiede alla sua azienda di poter beneficiare dei permessi retribuiti, tre giorni al mese, per poter accudire il padre, gravemente invalido. Gia' poche settimane dopo, pero', scoppia una lite tra l'uomo e i suoi tre fratelli per l'uso di un cortile interno.

Poi la madre non lo fa piu' entrare in casa per accudire il padre. A questo punto, l'uomo rinuncia ai permessi. Troppo tardi perche', nel frattempo, sua madre lo ha denunciato per maltrattamenti, truffa e lesioni. Parte un'indagine penale. Ma la mamma dell'uomo, non paga, scrive anche al suo datore di lavoro spiegando che l'uomo durante i permessi non accudisce il padre. da qui la truffa.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media