Cerca

Chiesa: card. Scola, attenzione a non strumentalizzare la fede

Cronaca

0

Citta' del Vaticano, 13 apr. (Adnkronos) - "Le culture, perche' di culture si deve parlare in una societa' plurale come la nostra, 'interpretano' la fede mostrandone in tal modo la rilevanza storica. Lo fanno in vari modi, non sempre rispettandone la vera natura, assai spesso riducendola se non addirittura strumentalizzandola come avviene in modo dolorosamente clamoroso nei fondamentalismi integralisti, spesso violenti". Lo sottolinea il cardinale Angelo Scola, arcivescovo di Milano, intervenendo ad un incontro organizzato dalla Fondazione Corriere della Sera ? con il sostegno di Fondazione Cariplo ? per la presentazione del libro 'Uno sguardo cattolico. Cento editoriali' dell'Osservatore Romano.

Riferendosi alla pubblicazione, il cardinale, come riferisce il quotidiano della Santa Sede, parla "del singolare legame che uni' Giovanni Battista Montini prima e Paolo VI poi all'Osservatore Romano.

"In una prosa elegante e raffinata - ricorda il Cardinale Scola - Montini esordisce rivolgendosi direttamente al lettore-visitatore dello Stato pontificio, e cerca di situarlo immediatamente di fronte alla singolarita' di cio' che ha dinanzi: 'Chiunque tu sia non potrai sfuggire, appressandoti alla mole michelangiolesca della Basilica di S. Pietro e ai solenni edifici circostanti ad una spontanea, imperiosa domanda: quale interesse ha oggi per noi il Vaticano?', per poi ricavare che di fronte al Vaticano non e' possibile rimanere indifferenti, concludendo: 'Osservare e definire: qui sta forse la differenza psicologica della visita della Citta' del Vaticano con quella a qualsiasi altro grande monumento dell'antichita''". (segue)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media