Cerca

Palermo: Arico', uno sportello donna per l'ascolto e l'integrazione

Politica

0

Palermo, 13 apr. (Adnkronos) - ''Le donne devono essere al centro delle attivita' sociali del Comune di Palermo. Per questo ho pensato di istituire uno 'sportello donna', che offra servizi di accoglienza, ascolto e informazione, ma che faccia anche attivita' di contrasto a violenze e maltrattamenti domestici''. La proposta arriva da Alessandro Arico', candidato a sindaco di Palermo, sostenuto da Fli, Mpa, Api e movimenti civici, Mps, Palermo Avvenire, Chiamalacitta', Pli.

Arico' per il rilancio della citta' ritiene necessario il sostegno alle donne che vivono realta' difficili, che sono vittime di violenza o che devono integrarsi nella societa' palermitana, mantenendo lo spirito della legge regionale n.3/2012, di cui lo stesso Arico' e' stato ispiratore, che riconosce come ogni forma di violenza contro le donne costituisca una violenza di genere e una violazione dei diritti umani, dell'integrita' fisica e psicologica, della sicurezza, della liberta' e della dignita' della persona.

''Lo sportello donna - sottolinea Arico' - dovra' avvalersi delle professionalita' interne del Comune, ma anche del privato sociale e delle associazioni femminili presenti sul territorio. Chiederemo la collaborazione dell'Asp per offrire assistenza medica alle donne vittime di violenza, oltre che il supporto di psicologi. Per favorire l'integrazione socio-culturale - conclude - potranno essere attivati corsi gratuiti di lingua italiana per le immigrate residenti a Palermo''.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media