Cerca

Gb: sindaco Londra vieta campagna poster anti-gay su autobus

Esteri

0

Londra, 13 apr. (Adnkronos) - Per contestare la decisione del sindaco di Londra Boris Johnson di vietare la campagna di poster anti-gay sugli autobus di Londra, uno dei gruppi sostenitori dell'iniziativa - promossa dall'associazione cristiana Core Issues Trust - ha deciso di rivolgersi alla giustizia contro il primo cittadino della capitale britannica.

La campagna di poster, su cui era scritto "Not gay! Post-gay, ex-gay and proud. Get over it!" (Non gay, post-gay, ex gay e fiero. Accettatelo!") e che suggeriva l'idea che l'omosessualita' fosse da curare era stata sostenuta anche dall'Anglican Mainstream, gruppo che afferma di lavorre alla diffusione dei valori tradizionali del matrimonio e della famiglia.

Gli slogan anti-gay - che dovevano essere esibiti sugli autobus a due piani londinesi per due settimane a partire da lunedi' - sembravano diretti contro la precedente campagna - in difesa dei diritti dei gay - del gruppo Stonewall, il cui slogan era "Alcune persone sono gay. Accettatelo". Il sindaco - in lizza per essere rieletto il mese prossimo - ha deciso di vietare la campagna anti-gay sottolineando che "Londra e' una delle citta' piu' tolleranti del mondo ed e' intollerante nei confronti dell'intolleranza".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media