Cerca

Giglio: Commissario, a 3 mesi da naufragio realizzati obiettivi importanti

Cronaca

0

Roma, 13 apr. (Adnkronos) - A tre mesi dall'incidente della nave Costa Concordia, che nella notte del 13 gennaio scorso, con a bordo 4.229 persone, e' naufragata a largo dell'Isola del Giglio, il sistema nazionale di Protezione Civile e' riuscito, grazie all'efficace concorso di tutte le forze in campo, a realizzare importanti obiettivi, dapprima nell'ambito della fase di prima emergenza e poi in quello della salvaguardia dell'ecosistema marino. E' quanto si legge nell'aggiornamento quotidiano della struttura del Commissario delegato per l'emergenza per il naufragio della 'Concordia'.

L'immediata attivazione del sistema nazionale di Protezione civile ha reso possibile, grazie all'intervento delle strutture operative sia regionali che fuori Regione, degli enti territoriali e dei volontari, tempestive ed efficaci operazioni di primo soccorso, garantendo la salvaguardia dei passeggeri evacuati e la loro successiva assistenza.

Lo scorso 20 gennaio - ricorda la nota - il Capo del Dipartimento della Protezione Civile, prefetto Franco Gabrielli, e' stato nominato Commissario delegato all'emergenza da un'ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri, con i compiti di coordinamento degli interventi emergenziali e di controllo sull'esecuzione dei lavori di messa in sicurezza e bonifica della nave. Nei suoi compiti puo' avvalersi sul supporto di un comitato consultivo per il raccordo con Enti e Amministrazioni dello Stato, di un Comitato tecnico-scientifico composto da esperti nei settori della tutela e del monitoraggio ambientale, e di due soggetti attuatori - l'Ammiraglio Ilarione Dell'Anna per il piano di messa in sicurezza e bonifica e il dottor Giampiero Sammuri per quello della gestione di materiali e rifiuti. (segue)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media