Cerca

Brindisi: Legambiente, percorso rigassificatore caratterizzato da irregolarita'

Economia

0

Bari, 14 apr. (Adnkronos) - ''Il pronunciamento del Tribunale di Brindisi e' l'atto piu' significativo in un percorso caratterizzato da decisioni che hanno evidenziato le innumerevoli irregolarita' amministrative e l'assenza dei requisiti di fattibilita'''. Lo affermano in una nota congiunta Stefano Ciafani, vice presidente nazionale di Legambiente, Francesco Tarantini, presidente regionale, e Fabio Mitrotti, presidente del circolo brindisino dell'associazione, a proposito dell'accoglimento da parte del Tribunale della richiesta dei pm di confiscare l'area di colmata di Capo Bianco nel porto di Brindisi dove avrebbe dovuto sorgere l'impianto di rigassificazione della British Gas.

''La nostra associazione, che fin dal 2001 si e' schierata contro la realizzazione di tale progetto - aggiungono - non puo' che esprimere grande soddisfazione nel vedere riconosciute le ragioni della sua opposizione, sempre tecnicamente puntualmente motivate. L'augurio adesso - conclude la nota di Legambiente - e' che la volonta' della popolazione e delle istituzioni e la richiesta di investimenti che valorizzino le risorse del porto trovino riscontro nelle scelte che in primo luogo il Governo dovra' compiere''.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media