Cerca

Caso Orlandi: P.Lombardi, infondate accuse di non collaborare con inquirenti

Cronaca

0

Roma, 14 apr. - (Adnkronos) - ''Non e' fondato'' accusare il Vaticano ''di aver ricusato la collaborazione alle Autorita' italiane preposte alle indagini''. Lo sottolinea il direttore della Sala Stampa della Santa Sede, Padre Federico Lombardi in una dichiarazione sulla vicenda del sequestro di Emanuela Orlandi, ribadendo ''che e' prassi costante della Santa Sede di rispondere alle rogatorie internazionali, ed e' ingiusto affermare il contrario (come si e' fatto ancora recentemente a proposito di una rogatoria sullo IOR, che in realta' non e' mai stata trasmessa alla Segreteria di Stato, come confermato ufficialmente dalle competenti Autorita' diplomatiche italiane)''.

''Il fatto che alle deposizioni in questione non fosse presente un magistrato italiano, ma che si fosse richiesto alla parte italiana di formulare con precisione le questioni da porre, fa parte della prassi ordinaria internazionale nella cooperazione giudiziaria e non deve quindi stupire, ne' tantomeno insospettire (si veda anche l'Art. 4 della Convenzione Europea di assistenza giudiziaria in materia penale, del 20 aprile 1959). La sostanza della questione e' che purtroppo non si ebbe in Vaticano alcun elemento concreto utile per la soluzione del caso da fornire agli inquirenti''. (segue)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media