Cerca

Legge elettorale: Schifani, proposta Franceschini lascia cose come stanno

Politica

0

Matera, 14 apr.?(Adnkronos) - L'idea di confermare il premio di maggioranza per la coalizione vincente e' sbagliata perche' lascia le cose come stanno. Lo ha sottolineato il presidente del Senato, Renato Schifani, replicando al capogruppo del Pd alla Camera Dario Franceschini che ha sollecitato l'assemblea di palazzo Madama a stringere i tempi sulla riforma. Un imput che sembra non essere piaciuto al presidente del Senato.

"Anzitutto -premette Schifani a margine di una cerimonia per la commemorazione del centenario della morte di Giovanni Pascoli- ricordo che i miei interlocutori sono i capigruppo del Senato e non della Camera". Il riferimento e' rivolto al capogruppo del Pd alla Camera che "pare avrebbe dettato i tempi al Senato per approvare la riforma. L'altra novita' rappresentata da Franceschini -aggiunge il presidente del Senato- e' di prevedere un premio di maggioranza alla coalizione e non al partito vincente".

"Allora dobbiamo chiarirci: se si deve fare una riforma elettorale sui partiti o sulle coalizioni. Nel primo caso si tratterebbe di una vera e propria riforma, poiche' si arriverebbe a delle alleanze omogenee dopo il voto. Nel secondo caso, con il premio di maggioranza attribuito alla coalizione, non cambierebbe nulla perche' si tornerebbe al sistema attuale di coalizioni o cartelli elettorali che uniscono per vincere, ma che non riescono poi a governare e i risultati sono sotto gli occhi di tutti".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media