Cerca

Bari: Cassazione, no al carcere per narcotrafficante malato

Cronaca

0

Bari, 14 apr. (Adnkronos) - La sesta sezione della Corte di Cassazione ha annullato senza rinvio l'ordinanza con cui il Tribunale della Liberta' di Bari, accogliendo l'appello della pm della Dda di Bari Eugenia Pontassuglia, aveva disposto l'arresto in carcere del 68enne presunto boss di Toritto Cosimo Zonno, ritenuto a capo di una potente organizzazione internazionale finalizzata al narcotraffico, che fu sgominata nel marzo dello scorso anno da una imponente operazione della Guardia di Finanza di Bari.

Il presunto narcotrafficante, che e' ammalato, resta quindi libero. E' stato accolto il ricorso degli avvocati Massimo Roberto Chiusolo e Giuseppe Giulitto, difensori di Zonno. La Suprema Corte ha dichiarato l'assoluta illegittimita' della decisione del Tribunale della Liberta' di Bari, cancellando l'ordine di cattura che sarebbe scattato immediatamente a carico dello Zonno, qualora la Suprema Corte non avesse riconosciuto la fondatezza delle ragioni della difesa.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media