Cerca

Firenze: 4 mesi fa la strage dei senegalesi, contributo da Regione per le vittime

Cronaca

0

Firenze, 14 apr. - (Adnkronos) - A 4 mesi dall'attentato razzista dello scorso dicembre, la Regione Toscana annuncia un provvedimento in favore delle vittime: lo fa in una occasione particolare, destinata a essere la prima di una serie, voluta dal presidente Enrico Rossi, per festeggiare i valori della democrazia e dell'amicizia fra i popoli, oggi coinvolti dai flussi migratori, prendendo a spunto le rispettive feste nazionali e le Carte Costituzionali.

Si e' partiti oggi pomeriggio a Firenze in Palazzo Sacrati Strozzi, sede della presidenza di Regione Toscana, con la comunita' senegalese (circa 12 mila i cittadini senegalesi oggi in Toscana) che pochi giorni fa, il 4 aprile, ha festeggiato la festa della sua Repubblica nel ricordo dell'entrata in vigore della Costituzione senegalese (4 aprile 1960) e dell'indipendenza del Paese africano. Impossibile, in una giornata come questa, non tornare ai due uomini senegalesi (il quarantenne Samb Modou e il cinquantaquatrenne Diop Mor) venuti in Toscana per cercare lavoro ma incappati nell'odio fanatico di un toscano, il pistoiese Gianluca Casseri, autore, lo scorso 13 dicembre, dell'attentato in Firenze che oltre a togliere la vita ai due uomini ne feri' altri tre (Dieng Mustapha, Sogou Mor e Mbenghe Cheike, il primo in modo grave).

Regione Toscana - lo ha comunicato Rossi - ha deciso di assegnare un contributo. Occorrera' un provvedimento legislativo specifico, ma i contenuti sono stati anticipati dal presidente: 20 mila euro, spalmati in tre anni, andranno ai familiari dei due uccisi e al ferito grave (Dieng Musfapha ha 34 anni, vive a Cascina ed e' rimasto invalido. E' un irregolare e, attualmente, beneficia di un permesso di soggiorno per motivi umanitari valido fino al gennaio 2013). (segue)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media