Cerca

Firenze: 4 mesi fa la strage dei senegalesi, contributo da Regione per le vittime (3)

Cronaca

0

(Adnkronos) - ''La festa dell'indipendenza del Senegal cade vicina a quella della Liberazione italiana'' - hanno scritto Enrico Rossi e Mbaye Diop, rappresentante delle comunita' senegalesi in Toscana, in una lettera ai ''cari cittadini senegalesi in Toscana'' sottolineando come le due date (4 aprile 1960 e 25 aprile 1945) siano ''cruciali per la vita dei nostri due Paesi, grazie al recupero della dignita' e dell'autonomia dei nostri popoli attraverso storie diverse ma segnate dallo stesso anelito verso la liberta', la democrazia e i diritti umani''.

Viene anche sottolineato, recuperando una testimonianza storica contenuta nel romanzo ''La guerra di Boubacar'' della giornalista e scrittrice Francesca Caminoli, ''il contributo che molti giovani senegalesi hanno dato durante la seconda guerra mondiale alla vittoria contro il nazifascismo''. Era il 17 giugno 1944 quando, fra le truppe alleate che sbarcarono sulle spiagge dell'Elba per liberare l'isola, morirono anche molti ''tirailleurs'' senegalesi appartenenti all'esercito francese.

Il pomeriggio - cui ha preso parte anche il console onorario del Senegal a firenze, Eraldo Stefani - e' ruotato attorno a due simboli: lo scambio delle rispettive Costituzioni e l'ascolto degli inni nazionali. Hanno parlato i rappresentanti delle comunita' senegalesi a Firenze e in Toscana (Pape Diaw e Diop Mbaye), oltre a due ragazzi senegalesi nati in Toscana, immigrati delle seconde generazioni. (segue)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media