Cerca

Morosini: primario cardiologia Pescara, non e' rimasto senza soccorso

Sport

0

Pescara, 14 apr. - (Adnkronos) - E' giallo sul presunto ritardo dell'ambulanza sul campo di calcio di Pescara dove oggi e' morto Piermario Morosini, calciatore 25enne del Livorno. Sara' un'inchiesta del Comune a chiarire se davvero il passaggio dell'ambulanza sia stato ritardato di qualche minuto da un'auto dei vigili urbani. Secondo la testimonianza del primario di Cardiologia dell'ospedale di Pescara, che si trovava allo stadio per assistere alla partita dagli spalti, "il ragazzo non e' rimasto senza soccorsi, i medici del Livorno sono subito intervenuti in campo per il massaggio cardiaco".

"Io stavo guardando la partita, sono abbonato e tifoso del Pescara - spiega all'ADNKRONOS - Quando ho visto il calciatore che si e' accasciato e i medici intervenuti per massaggiarlo, ho deciso di scendere giu'. Quando sono arrivato dalla tribuna al campo saranno passati 3 o 4 minuti, anche se non ho la percezione precisa del tempo, ma quando sono arrivato l'ambulanza era gia' in campo".

"Non ho interesse a difendere nessuno, ma il ragazzo non e' rimasto senza soccorso - ribadisce - Ho visto questo ragazzo che si e' inginocchiato, poi si e' rialzato e si e' inginocchiato di nuovo fino a che non si e' accasciato definitivamente. Non so se i tifosi abbiano percepito subito che stesse accadendo qualcosa di serio, a me ci e' andato l'occhio, forse per deformazione professionale. Poi visto un capannello intorno a lui e qualcuno che faceva la manovra di rianimazione e li' ho capito che era qualcosa di grave. Quindi ho deciso di scendere giu'".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media