Cerca

Maltempo: situazione preoccupante nel cosentino, monitoraggio continuo

Cronaca

0

Cosenza, 14 apr. (Adnkronos) - E' altissima l'attenzione sul cosentino per le piogge abbandonanti che stanno cadendo in queste ore. La Calabria sta vivendo il forte impatto delle correnti provocate dal ciclone Lucy sull'orografia locale. In alcune localita' sono stati superati i cento mm e in alcuni casi anche i 150 mm, l'equivalente di piu' mesi di pioggia (anche tre mesi) per una regione del Sud Italia.

La provincia di Cosenza e' tra le piu' colpite. Tra la nottata di ieri e la mattinata di oggi l'onda di piena ha fatto esondare in diversi punti le acque del fiume Crati che hanno inondato le campagne e le aree limitrofe ai corsi d'acqua. Nella zona di Santa Sofia d'Epiro, in particolare, l'acqua e' ormai vicinissima ai capannoni della zona industriale. L'altra zona del cosentino interessata dall'ondata di piena e' la zona di Tarsia dove la diga, di cui e' responsabile il consorzio di Bonifica, ha raggiunto un'altezza di 2,70 metri.

I comuni di Terranova da Sibari, Corigliano e Cassano allo Jonio sono stati allertati sull'eventualita' di possibili esondazioni. I tecnici e gli operatori della Provincia di Cosenza sono stati tutti allertati e sono presenti in forze sui territori maggiormente colpiti e stanno seguendo con grande attenzione l'evolversi della situazione, mantenendosi in continuo e costante contatto con il presidente della Provincia Mario Oliverio che, a sua volta, e' in collegamento continuo con la Prefettura, i Vigili del Fuoco, la Protezione Civile e gli altri organi interessati a questo tipo di emergenze. (segue)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media