Cerca

Asili nido: a Trieste i comunali assorbono 65% domanda, retta da 450 euro (2)

Cronaca

0

(Adnkronos) - ''Le rette - prosegue la dirigente comunale - sono determinate in base all'Isee (Indicatore situazione economica equivalente) e ai redditi e al patrimonio delle famiglie, e vanno dall'esenzione totale a un massimo di 450 euro al mese. Sono previste varie deduzioni, ad esempio per le assenze o nel caso che piu' fratelli frequentino il nido''.

Le graduatorie per l'accesso al servizio sono stilate in base a diversi criteri: il massimo del punteggio lo ottengono i bambini disabili, poi ci sono i bimbi ritenuti a rischio dai servizi sociali, quelli in affido o in adozione, i figli di disoccupati, i figli di genitori entrambi lavoratori, etc. Le graduatorie, afferma Mania', sono stilate ''''piu' che altro in base alla situazione sociale''. Il primo colpo d'occhio che appare scorrendo le ultime graduatorie, osserva la dirigente, !e' quello di domande di genitori entrambi lavoratori e, negli ultimi anni, un aumento degli esonerati dal pagamento delle rette''.

''Contiamo, entro il 2012 - annuncia l'assessore - di aprire un ulteriore nido con 36 posti e come politica vogliamo rafforzare il sistema integrato dell'offerta educativa dei servizi dagli zero ai 3 anni, cercando di collaborare affinche' anche i gestori privati possano aumentare l'offerta e la qualita' dei servizi. Il ruolo del Comune deve essere quello sia di controllare e vigilare, come previsto dalla normativa regionale, sia quello di rafforzare il ruolo di governance territoriale in collaborazione con i privati''.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media