Cerca

Pil: Messori, aumento programmato produttivita' per tornare a crescere

Economia

0

Roma, 15 apr. (Adnkronos) - Un aumento programmato della produttivita', con il conseguente aumento dei salari. E' la proposta che lancia l'economista Marcello Messori, interpellato dall'Adnkronos, per "rimettere il Paese su un sentiero di crescita". La premessa e' che "la ragione principale della mancata crescita in Italia e' la stagnazione della produttivita' del lavoro e della produttivita' totale dei fattori, che sono stagnanti dall'inizio degli anni 2000". In questo modo, dice Messori, "non si puo' crescere e il tasso potenziale di crescita resta estremamente basso".

In questa situazione di partenza, prosegue l'economista, "e' necessario creare un ponte tra il breve e medio periodo". L'ipotesi e' quella di "un aumento programmato della produttivita': se imprese, sindacati e governo programmassero tassi di crescita della produttivita' nei prossimi 5 o 10 anni e le imprese erogassero salari commisurati alla prevista dinamica della produttivita', si potrebbero creare i giusti incentivi alle imprese per le innovazioni organizzative necessarie e sostenere la domanda aggregata, riducendo la sperequazione del reddito e facendo aumentare i salari da subito".

Messori parla di "una scommessa sul futuro: le imprese possono incrementare il loro margine di guadagno al crescere della produttivita', mentre se gli obiettivi non vengono centrati si procede alle relative ristrutturazioni". E per questo serve il contributo del governo, con "un sistema di ammortizzatori sociali che funziona" e che non fa scaricare i costi delle ristrutturazioni solo sui lavoratori.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media