Cerca

Americhe: concluso summit Cartagena, Cuba e Falkland dividono partecipanti

Esteri

0

Cartagena, 16 apr. (Adnkronos/Dpa) - Il Summit delle Americhe si e' concluso a Cartagena, in Colombia, senza raggiungere un consenso fra Stati Uniti e gran parte degli altri partecipanti su Cuba e le Falkland. Questi due giorni di dibattito hanno dimostrato "che non vi sono temi tabu'", ha detto il presidente colombiano Juan Manuel Santos a conclusione dei lavori, parlando di un "summit del dialogo e la sincerita'".

Al vertice hanno partecipato i leader di 30 dei 35 paesi membri, mentre tre hanno inviato alti rappresentanti. Le discussioni si sono svolte a porte chiuse senza comunicato finale. Cuba non e' mai stata invitata ai summit delle Americhe, iniziati nel 1994, ma questa volta sia il paese ospitante, la Colombia, che altri governi avevano chiesto la sua partecipazione. Il presidente americano Barack Obama, che in vista degli elezioni non puo' cedere su questo punto, ha pero' rifiutato ricordando che prima e' necessario un cambiamento democratico. L'Ecuador ha boicottato il summit per il mancato invito a Cuba e il leader del Nicaragua, Daniel Ortega, non e' venuto. Il presidente venezuelano Hugo Chavez era all'Avana per cure mediche.

La presidente argentina, Cristina Fernandez Kirchner, ha lasciato il vertice dopo la foto di gruppo come protesta per il mancato sostegno di Washington alla sua rivendicazioen di sovranita' sulle isole Falkland-Malvinas. Obama, che sabato ha avuto un incotnro bilaterale con la Kirchner, ha sottolineato in conferenza stampa che gli Stati Uniti intendono rimanere "neutrali". "Abbiamo buoni rapporti sia con l'Argentina che con la Gran Bretagna e speriamo possano continuare il dialogo su questa questione", ha aggiunto.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media