Cerca

Cinema: Anec Lazio, danno importante per Viterbo chiusura del Trieste

Spettacolo

0

Roma, 16 apr. (Adnkronos) - L'Anec Lazio, Associazione di categoria degli Esercenti Cinematografici, esprimere in una nota "il proprio disappunto per l'improvvisa chiusura del Cinema Trieste di Viterbo, e per le modalita' con cui e' stata decretata la cessazione dell'attivita'. Con assoluta solidarieta' nei confronti della famiglia Sessa, che da vent'anni gestisce l'attivita' del cinema, l'Anec Lazio dichiara che l'associazione sara' a fianco dell'esercente per verificare le motivazioni fondanti del mancato rinnovo del contratto d'affitto da parte della Curia (proprietaria dell'immobile)".

"Il fatto che gli stessi cittadini si siano attivati con fiaccolate, gruppi su Facebook, e movimenti contro la chiusura del Cinema Trieste, conferma come anche una piccola monosala di provincia rappresenti una realta' in grado di creare aggregazione e attenzione alla cultura, offrendo stimolanti alternative sociali alla comunita' -afferma dichiara il Presidente Anec Lazio, Valter Casini - E' un segnale importante non solo per il Comune di Viterbo, ma anche per tutte quelle realta' culturali italiane che in questo periodo stanno affrontando problematiche analoghe. Il caso del cinema Trieste e il conseguente braccio di ferro della cittadinanza rappresenta un modello fondamentale di come la cultura sia parte integrante della vita dei cittadini, che non intendono in alcun modo rinunciarci".

Casini conclude dicendo che "come Anec ci adopereremo per salvaguardare l'attivita' del nostro associato, cercando di fare chiarezza con gli organi istituzionali e intervenendo con la Curia stessa, affinche' la chiusura dell'ennesimo cinema, non decreti anche la morte culturale di una citta' dal patrimonio artistico rilevante".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media