Cerca

De' Longhi: accordo con Procter & Gamble per cessione marchio Braun

Finanza

0

Milano, 16 apr. - (Adnkronos) - De' Longhi e Procter & Gamble hanno raggiunto un accordo per la cessione in licenza perpetua del marchio Braun nel segmento dei piccoli elettrodomestici per la casa. La transazione, nello specifico, oltre alla licenza perpetua dell'utilizzo del marchio Braun e dei connessi brevetti (nelle categorie summenzionate), prevede la cessione di alcuni asset produttivi e del magazzino relativi alle categorie interessate.

E' anche previsto che un certo numero di dipendendi di P&G, per lo piu' situati in Germania, diverranno dipendenti De' Longhi al completamento della transazione. La proprieta' del marchio Braun resta in capo a P&G. La finalizzazione dell'accordo e' soggetta all'approvazione delle competenti autorita' antitrust. Il prezzo concordato (escludendo il magazzino) e' suddiviso in tre componenti: 50 milioni di euro, pagabili al momento della finalizzazione degli accordi, 90 milioni (in valore attuale) differiti, in quote annuali costanti, nei prossimi 15 anni, e una quota variabile (da 0 a 74 milioni di euro, in valore attuale) legata alle vendite a marchio Braun nei primi cinque anni.

"Siamo particolarmente orgogliosi di aver raggiunto un accordo con Procter & Gamble con oggetto la divisione Household di Braun" ha detto Fabio de' Longhi, ad del gruppo. Soddisfatto anche Dimitri Panayotopoulos, vice chairman di The Procter & Gamble Company: "questo e' un eccellente accordo" ha commentato. Bank of America Merrill Lynch, Bain & Company, White & Case, Price Waterhouse Coopers e lo Studio Biscozzi Nobili hanno agito rispettivamente in qualita' di consulente finanziario, consulente strategico e consulenti legali e fiscali di De' Longhi.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media