Cerca

Criminalita': banconote false nuovo affare per mafia Foggia, due arresti (2)

Cronaca

0

(Adnkronos) - Le indagini hanno preso il via dalla violazione di un posto di blocco, nel settembre del 2010. Le Fiamme Gialle di Foggia, in servizio di controllo economico nel territorio, inseguirono un'auto, il cui conducente, non si era fermato all'alt e lo bloccarono. Durante la perquisizione nel portabagagli trovarono un vero e proprio kit, molto sofisticato, per la riproduzione illecita di banconote (un centinaio di fogli di carta filigranata originale, due stampanti con diverse cartucce di inchiostro, attrezzature utili al taglio delle banconote ed un computer contenente file riproducenti banconote di vario taglio).

Tutto il materiale venne sequestrato e la Procura di Foggia avvio' un'inchiesta. Nel giro di pochi mesi, pero', l'indagine assunse dimensioni tali, sul piano dell'organizzazione criminale coinvolta, da interessare anche la Procura Antimafia di Bari. Sul piano investigativo, ai finanzieri di Foggia si unirono quelli del Gruppo Investigativo criminalita' organizzata del Nucleo di Polizia tributaria di Bari.

In seguito, nel marzo del 2011 avvenne la scoperta, in un capannone alla periferia di Foggia, di una zecca clandestina, dove operava uno specialista nell'arte della falsificazione, un rumeno, che al momento dell'irruzione aveva gia' fedelmente riprodotto banconote del taglio di 20, 50 e 100 euro, per un ammontare di 250 mila euro (120 mila stampati, ma ancora da ritagliare). (segue)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media