Cerca

Criminalita': banconote false nuovo affare per mafia Foggia, due arresti (3)

Cronaca

0

(Adnkronos) - Le successive indagini hanno permesso di arrivare all'identita' degli ideatori e organizzatori del piano criminale. Coda e Laquaglia non solo erano riusciti ad assoldare uno dei migliori falsificatori di banconote presenti sul mercato della contraffazione, appunto il rumeno, ma si erano procurati la materia prima originale (la carta filigranata proveniente dalle cartiere autorizzate). Le indagini proseguono ora per accertare se fra gli arresti di oggi e quelli operati il 19 marzo scorso ci sono elementi che possano costituire una sorta di continuita' fra le due inchieste.

La Guardia di Finanza, circa un mese fa, infatti, coordinata dalla Dda di Bari, in collaborazione con la Procura di Foggia, aveva arrestato dieci pregiudicati affiliati alla mafia foggiana e a quella dei casalesi. La carta filigranata proveniva da un carico rubato dalle Cartiere di Fabriano.

Un'attivita' illecita che la 'Societa' foggiana' aveva avviato su disposizione del clan di Casal di Principe che, avendo la necessita' di delocalizzare le proprie 'stamperie' clandestine, aveva deciso di affidarsi alla mafia dauna perche' considerata affidabile. In seguito, con il permesso della camorra, i mafiosi foggiani erano anche riusciti a mettersi in proprio.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media