Cerca

Resistenza: Zingaretti, Roma conservi ricordo rastrellamento Quadraro

Cronaca

0

Roma, 16 apr. - (Adnkronos) - "Roma non puo' perdere la sua memoria che e' fatta di storie bellissime ma anche di grandi tragedie. Nel 1944 nel quartiere del Quadraro ci fu un rastrellamento drammatico, centinaia di uomini e donne furono presi dai nazisti e uccise, ne tornarono solo poche decine. Questo ricordo e' ancora vivo nei cittadini del Quadraro, ma e' importante che trovi la giusta collocazione nella memoria collettiva della citta', perche' chi si batteva lo faceva per la liberta' di tutti, permettendoci, oggi, di essere persone libere". Lo ha dichiarato il presidente della Provincia di Roma, dopo la firma, con Sandro Medici, presidente del X Municipio, e Giammarco Palmieri presidente del VI Municipio, avvenuta questa mattina a Palazzo Valentini, del protocollo d'intesa denominato 'Q44', con cui si istituisce un tavolo permanente di concertazione tra la Provincia di Roma e i due municipi.

"E' importante poter dire oggi nel 2012 - ha aggiunto Zingaretti - che non ci siamo dimenticati di loro, e far capire alle giovani generazioni di romani che quel patrimonio civile e' un patrimonio che va tenuto vivo".

"Come Bentivegna abbiamo chiesto asilo politico alla Provincia - ha spiegato Medici - perche' il Comune di Roma negli ultimi anni ha completamente trascurato questa iniziativa. Roma e' citta' medaglia d'oro per la sua resistenza e per i grandi dolori che ha sopportato, ma abbiamo un sindaco che tutto questo lo considera trascurabile, per questo ci siamo rivolti alla Provincia per mantenere in vita questa iniziativa che e' utile non solo per il Quadraro ma per tutta la citta'". (segue)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media