Cerca

Prato: domani al Cineclub in programma "Un cuore in inverno"

Cronaca

0

Prato, 16 apr. - (Adnkronos) - Prosegue con successo la nuova stagione del Cineclub Mabuse. Sedici i film che compongono il cartellone che si concludera' a maggio 2012, realizzato in collaborazione con l'assessorato alla Cultura del Comune, nell'ambito del progetto ''Il cinema al Centro'': l'appuntamento e' per tutti i martedi' al cinema Borsi (via San Fabiano, 51) alle 21,30.

Domani, martedi' 17 aprile, sara' proiettato "Un cuore in inverno" del regista francese Claude Sautet, maestro del racconto sussurrato e fine indagatore dell'animo umano. Il film, vincitore del premio alla regia alla mostra del cinema di Venezia del '92, racconta un triangolo amoroso. Ste'phane e Maxime sono amici dagli anni in cui frequentavano il conservatorio. Camille, giovane puritana violinista di talento, entrera' nelle loro vite e ne sconvolgera' la routine. Maxime e Camille si amano. Ma Ste'phane non ci crede e senza neppure averlo deciso si abbandonera' a un gioco contro Maxime che pian piano attirera' l'attenzione della ragazza: da quel momento sara' lui stesso a essere in pericolo.

Il film, tipicamente francese, stupisce per l'eleganza e la raffinatezza dei dialoghi, quasi interamente in terza persona, la bellezza della musica di Maurice Ravel, le magistrali interpretazioni degli attori, e la sottile analisi psicologica e morale dei vari temi trattati. E' un film interrotto, sospeso e mai concluso; c'e' sempre una birra lasciata a meta' o una cena non finita. L'incontro da' il via all'ultima parte della stagione del Mabuse, che conclude la rassegna iniziata lo scorso novembre dedicata agli autori universalmente considerati come gli eredi piu' importanti della Nouvelle Vague. Dopo le generazioni piu' giovani, tocca ora alle opere dei registi piu' anziani, che hanno iniziato quasi contemporaneamente ai maestri francesi, e spesso anche loro sono stati reputati come facenti parte del movimento. Oltre a '' Un cuore in inverno'', in programma " Les amants reguliers" dello sperimentalista Philippe Garrel e " La maman et la putain" del maledetto Jean Eustache. Info www.mabuse.it e portalecultura.comune.prato.it

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media