Cerca

Lazio: Uil, in regione oltre 70.000 lavoratori in cassa integrazione

Economia

0

Roma, 16 apr. (Adnkronos/Labitalia) - I dati ufficiali parlano per il Lazio di 55.544 lavoratrici e lavoratori interessati dalla cassa integrazione a marzo, in aumento rispetto ai 43,222 febbraio, ma secondo la Uil, che ha pubblicato uno studio sulla cig in regione, poiche' "questi numeri sono ragguagliati al lavoratore a tempo pieno non andiamo lontani dalla realta' se diciamo che nel Lazio le lavoratrici e i lavoratori in cig superano le 70.000 unita'". Per il segretario regionale della Uil, Luigi Scardaone, "nel Lazio oramai si sfiora il dramma".

Le ore di cig, evidenzia la Uil, sono aumentate di oltre due milioni e centomila di febbraio, passando da 7.347.723 a 9.442.497 di marzo. Ad aumentare soprattutto la cassa in deroga che riguarda soprattutto le piccole imprese e dove e' diffusissima la prestazione a tempo parziale, per cui i 29.816 lavoratori in cassa a tempo pieno si possono avvicinare ai circa 45.000 tra tempo parziale e tempo pieno.

Tra le province, dice la Uil, la piu' disastrata risulta essere Viterbo con un incremento della cig pari al 203,7%. Si e' passati infatti dalle 273.537 ore di febbraio alle 830.795 di marzo, con l'esplosione della cassa straordinaria che passa dalle zero ore di febbraio a 270.400 di marzo. Cosi' come la cassa in deroga che passa dalle 4.008 ore di febbraio alle 189.733 di marzo. (segue)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media