Cerca

Morosini: sindaco Pescara, da vigile urbano superficialita' imperdonabile (2)

Sport

0

(Adnkronos) - "Il graduato, un uomo che indossa con molta dignita' e rigore la divisa, guidava personalmente l'auto e in quel giorno aveva il compito di raggiungere la sede operativa del Gos al secondo piano dello Stadio, nel punto piu' alto dell'impianto, e ricordiamo che il Gos presiede alla vigilanza e alla sicurezza dello Stadio - ha affermato il sindaco - Il graduato stava svolgendo adempimenti per l'incontro in corso e stava lavorando per organizzare la partita prevista l'indomani, quella del Giulianova, dunque non e' vero che stava in Tribuna a guardare la partita, ma stava lavorando".

"E' evidente che quando ha percepito la gravita' dei fatti in campo, ha subito cercato di raggiungere il piazzale: l'ascensore era occupato, le gradinate erano intralciate dal pubblico ed e' arrivato pochi istanti dopo che era stato rotto il finestrino per la rimozione dell'auto - ha proseguito Mascia - E' chiara la responsabilita' dell'agente e l'amministrazione comunale ha gia' annunciato un atteggiamento di fermezza perche' e' giusto che chi sbaglia paghi, se lo aspetta Pescara, se l'aspetta l'Abruzzo e se l'aspetta l'Italia intera e la leggerezza e' stata imperdonabile".

"Per tale ragione - ha proseguito il sindaco Albore Mascia - abbiamo avviato un procedimento disciplinare che e' amministrativo, ossia non e' in capo all'esecutivo, ma dell'ordine dirigenziale. Si e' costituito il collegio disciplinare, presieduto dal livello apicale dell'Ente pubblico, ossia il direttore generale Ilari, con il dirigente della polizia municipale Carlo Maggitti e il dirigente al Personale Gabriella Pollio". (segue)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media